Lo studio della Dottoressa Procopio è situato

a Roma in Via delle Fornaci n. 35.

Albo Nazionale

Albo Nazionale degli Psicologi

La dottoressa Procopio è iscritta all'Albo Nazionale degli Psicologi al Numero 13636.
  Ulteriori Informazioni   

Le Nuove Dipendenze o New Addictions

Dr.ssa Laura Procopio

Le nuove dipendenze comprendono tutte quelle forme in cui l’oggetto di dipendenza non è una sostanza chimica, ma un comportamento o un’attività ritenuta lecita e socialmente accettata.

La parola inglese “addiction” (dal latino addictus), si riferisce ad una condotta attraverso cui un individuo viene reso schiavo di un’unica soluzione, nel tentativo di mettere fine ad uno stato di dolorosa sofferenza psichica (McDougall, 2003).

Con tale termine si indica la dipendenza psicologica, (mentre “dependence” si riferisce alla dipendenza fisica e chimica), vale a dire il bisogno di adottare il comportamento disfunzionale, con sempre maggior frequenza, con la finalità di alleviare la tensione (allontanando gli stati di disagio come la noia, l’ansia, la depressione, ecc.) e di dare un momentaneo piacere.

Con il tempo, però, tale comportamento diventa sempre più compulsivo perdendo la funzione di piacere iniziale, ed aumentando quella del dispiacere e della frustrazione in assenza del comportamento.

Quindi, la dipendenza viene mantenuta non tanto per la ricompensa, quanto per il sollievo dal dispiacere, arrivando ad avere la sensazione di non riuscire a funzionare o percependosi incompleti se non si riesce a ripetere un determinato atto.

In letteratura sono citate alcune fondamentali caratteristiche dell’addicted, come:

  • l’impulso (craving): la brama irrefrenabile (fame ossessionante) verso un oggetto o il desiderio di svolgere un comportamento;
  • la perdita di controllo (lack of control): il soggetto dipendente riesce a frenarsi solo per breve tempo. L’illusione di potere, l’esaltazione iniziale cede il passo alla constatazione dell’incapacità di controllarsi, scatenando nell’animo dell’addicted violente battaglie fino ad arrivare alla soglia della dissociazione;
  • la crisi di astinenza (withdrawal) con i sintomi tipici quali l’irritabilità, l’ansia, l’insonnia, la sudorazione, i tremori, ecc.;
  • la tolleranza (tolerance): la reazione psico-fisica che impone l’aumento delle dosi dell’oggetto della dipendenza o del comportamento.

La letteratura attuale vorrebbe collocare le dipendenze ora nel II asse del DSM, assieme ai disturbi di personalità (Addictive Personality), ora nel I asse in una specifica sezione all’interno dei disturbi da uso di sostanze, oppure tra i disturbi del controllo degli impulsi (come per il GAP). Alcuni Autori, invece, collocherebbero le nuove forme di dipendenza tra i disturbi dell’umore, o all’interno dello spettro ansioso, associandole alle sindromi ossessivo-compulsive.

L’addiction, infatti, può essere considerata come:

  • il tentativo messo in atto dal soggetto per alleviare uno stato depressivo sottostante di cui l’individuo non sempre è consapevole, permettendogli di riempire un vuoto di sentimenti positivi e di autostima. Proprio l’autostima potrebbe costituire il legame tra depressione e dipendenza, in cui l’addiction sarebbe il tentativo di innalzare l’autostima e combattere frustrazione, solitudine e stress;
  • la spinta a compiere un determinato comportamento o un atto mentale ripetitivo con la finalità di contenere l'ansia del soggetto. E’, quindi, rilevante la compulsività insita in questa patologia;
  • la manifestazione di un deficit nel controllare i propri impulsi. Questa spinta incontrollabile viene descritta come una pervasiva tendenza distruttiva, creata da un bisogno urgente che preme per essere soddisfatto.

Le new addictions comprendono le dipendenze tecnologiche (internet, telefonino cellulare, televisione, computer, tecnologie interattive), dal lavoro, dal sesso, dallo shopping, dal gioco d'azzardo, da relazioni affettive e da sport.

 Roma, gennaio 2012

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo